Punkreas e Rete Antifascista a Legnano da LegnanoNews

Punkreas: “Da Rete Antifascista una pubblicità ingannevole”

 

Continua a far chiacchierare il concerto di stasera dei Punkreas al centro sociale dei salici. In giornata, ecco le considerazioni di Daniela Colombo, consigliera comunale del NCD.


Ho letto attentamente tutto quanto é stato pubblicato sul concerto dei Punkreas.

Considerando esclusivamente i dati e i comunicati e riassumendoli un po’, mi permetto di porre solo alcune semplici domande ai soggetti a vario titolo coinvolti nella vicenda.

Alla Rete Antifascista Altomilanese.

Se voi stessi, nel comunicato pubblicato a chiarimento su questa testata, dite che il vostro evento si svolgerá “in via dei Salici su suolo stradale” e che lo stesso “non ha nulla a che vedere con il concerto dei Punkreas patrocinato dal Comune, che inizierà alle 21.30 e si terrà nell’area tra il Centro Sociale di Mazzafame e la fascia boscata retrostante”, come mai nel vostro manifesto, quello segnalato dall’attento lettore, pubblicizzate il concerto – con inizio alle ore 21- insieme al vostro evento che inizia alle 17.30 come se fosse vostro e si svolgesse al Centro Sociale Mazzafame di via dei Salici? Esattamente questo c’é scritto sul manifesto. La vostra pubblicitá é un tantino ingannevole, questo almeno lo dovete ammettere….

All’amministrazione comunale:

1. Se “Il concerto dei Punkreas è uno degli spettacoli che l’Amministrazione comunale ha organizzato nell’ambito della rassegna “Legnano d’Estate 2014” e pertanto ne rivendicate l’esclusiva paternità affermando che “ogni altro evento è da considerarsi estraneo e frutto di iniziative private”, come mai il concerto dei Punkreas inizia alle 21.30, ma il manifesto che pubblicizza l’evento – che é inserito anche nello spazio pubblicitario riservato (e credo anche pagato…) dal Comune di Legnano su questa testata – dá appuntamento al Salice Club, Via dei Salici 9 Legnano dalle 19.30?

2. Di solito, secondo le normative nazionali e i regolamenti comunali, per fare manifestazioni, eventi o altro che comportino occupazione di suolo pubblico servono non pochi permessi e autorizzazioni (oltre che come consigliere comunale lo so per esperienza diretta…), come mai pare che nessuno sappia nulla, tant’é che né gli uffici, né le forze dell’ordine pare fossero al corrente dell’evento di Rete Antifascista Altomilanese? I permessi saranno stati chiesti a qualche ufficio del Comune, quindi come facevate a non sapere nulla?

3. Il Comune di Legnano é un ente locale della Repubblica Italiana che – come recita l’art. 11 della Costituzione – “ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. Possono perció i rappresentanti di un’istituzione pubblica, dopo aver letto su di un manifesto che pubblicizza un evento che crea una confusione come quella che si é creata “Siamo solidali con la causa palestinese riconoscendoci uniti nei valori dell’antifascismo, dell’antinazismo e dell’antisionismo, denunciando i crimini che vengono commessi quotidianamente in Palestina dall’esercito occupante israeliano. FERMIAMO IL MASSACRO! BOICOTTIAMO ISRAELE! SOSTENIAMO LA RESISTENZA DEI PALESTINESI CHE LOTTANO PER LA LIBERAZIONE” non chiarire un po’ meglio tutta la vicenda e non prendere le distanze da una posizione posta in termini cosí forti (…e pericolosa), dando in tal modo l’impressione di prendere le difese di una parte a scapito di un’altra, una delle quali é, tra l’altro, uno Stato estero legalmente riconosciuto e col quale l’Italia intrattiene regolari relazioni diplomatiche?

Prendendo a prestito le parole pronunciate direttamente dal Signor Sindaco in consiglio comunale a proposito della esposizione e descrizione di un’altra vicenda: questi sono i dati, se poi si tratti di negligenza e trascuratezza o di malafede non mi é dato sapere, quindi ciascuno puó interpretare l’accaduto come vuole. In effetti sempre di dati oggettivi si tratta….

Che i Punkreas siano collegati alla Rete Antifascista non é un mistero per nessuno, dato che basta fare una semplice ricerca in rete e collegare i puntini come si fa coi giochini della Settimana Enigmistica per avere un’ immagine. Del resto la vicinanza alla musica ed ai testi dei Punkreasi ha portato Rete Antifascista Altomilanese a promuoverli anche sul volantino, “al quale loro hanno dato una adesione autonoma”. E su questo nulla da dire; ognuno é libero di pensarla come vuole.

Che peró l’espressione del proprio pensiero venga fatta in occasione di un evento “frutto di iniziative private” ma, consapevolmente o meno, a spese del Comune di Legnano a molti cittadini dà parecchio fastidio. Perció anch’io, come molti altri legnanesi mi aspetterei almeno di avere qualche chiarimento in piú di un pallida e stinfia “comunicazione di servizio”.

Grazie.

Daniela Colombo

Consigliere Comunale NCD – Legnano

This entry was posted in Rassegna Stampa. Bookmark the permalink.

Lascia un commento